Arianna Ordine Naturale – Professional Organizer

Cambiando abitudini: un passaggio ecologico nella mia vita

Anni fa ho eliminato molti prodotti sintetici che avevo per la pulizia della casa. Era mia  abitudine comprarli al supermercato. Detersivi efficienti, sgrassanti, sbiancanti, profumati (anche troppo), disinfettanti che rendevano la mia casa immacolata, profumata e quasi sterile, ma anche piena di sostanze chimiche, allergizzanti e spesso tossiche.

Ho veramente “eliminato” tanti prodotti: alcuni erano ancora nuovi, altri non sapevo neanche di averli, altri ancora li avevo usati solo una volta. Dopo questo importante decluttering mi sono ritrovata con 7 detersivi (che nel tempo ho sostituito poi con altri più ecologici) e tanto, tanto, tanto spazio.

Ho riflettuto prima di compiere questo importante passo. Ho capito che mi lasciavo trasportare da un’ossessione dei nostri tempi, spinta da un mercato che mi voleva far consumare il più possibile e che mi voleva convincere che alcuni prodotti erano assolutamente necessari.

Anche la mia educazione mi aveva creato quelle abitudini: arrivo da una madre (e delle nonne) che abusa di prodotti nocivi, antisettici e sintetici ogni giorno e più volte al giorno.

 

Non voglio farti cambiare abitudini e rinunciare totalmente ai vantaggi offerti dai detersivi moderni, ma ti voglio dimostrare che con qualche piccolo accorgimento e alcune scelte mirate si possono ridurre significativamente le sostanze chimiche pericolose di cui ci circondiamo dando così una mano all’ambiente e alla nostra salute.

 

detersivi lavatrice

 

Se non sai da che parte iniziare ecco una lista di buone pratiche:

 

1 | Utilizzare detergenti concentrati: opta per detergenti altamente concentrati che richiedono una quantità minore per ottenere risultati efficaci. In questo modo, puoi ridurre la quantità di detergente utilizzato ad ogni lavaggio. Mi viene in mente il detersivo per i piatti: io lo compro concentrato e lo diluisco con tanta acqua in un contenitore di riciclo più grande.

2 | Scegliere detersivi eco-compatibili: cerca prodotti che siano etichettati come “ecologici”, “biodegradabili” o “a basso impatto ambientale”. Questi detersivi sono formulati per essere meno dannosi per l’ambiente e spesso sono realizzati con ingredienti naturali. Fai attenzione: sui detergenti che compri al supermercato ci deve essere il marchio Ecolabel (te ne parlo dopo). 

3 | Crea i tuoi detergenti: puoi creare i tuoi detergenti utilizzando ingredienti naturali come aceto, bicarbonato di sodio, acido citrico e oli essenziali. Ci sono molte ricette semplicissime online per la creazione di detergenti fatti in casa che sono efficaci e rispettosi dell’ambiente. Io ti consiglio, per esperienza, di tralasciare quelle troppo complesse, per esempio il detersivo per la lavatrice (mio marito se lo sogna ancora di notte). Ti consiglio il sito di Mammachimica.

4 | Utilizza meno plastica: Riduci l’impatto ambientale scegliendo detergenti con confezioni eco-friendly, come flaconi riciclabili o ricariche concentrate che richiedono meno materiale di imballaggio. Se hai la fortuna che nella tua città ci sia un negozio che venda detersivi sfusi, questa è una scelta consigliatissima!

5 | Riduci l’uso di ammorbidenti e additivi: Spesso, ammorbidenti e additivi non sono necessari e possono essere sostituiti con soluzioni più ecologiche, come l’aceto bianco o percarbonato di sodio.

6 | Ottimizza l’uso del detergente: Utilizza solo la quantità di detergente necessaria per il carico di lavaggio, evitando di versare più del necessario. Spesso ci si dimentica di guardare le etichette! Inoltre, puoi pretrattare le macchie anziché aumentare la quantità di detergente.

 

Vuoi sapere quali sono degli ottimi alleati naturali che utilizzo spesso per la pulizia di casa? Bicarbonato di sodio, aceto, acido citrico, percarbonato di sodio che usati correttamente sostituiscono in modo efficiente i prodotti per la cura della casa sintetici. Oppure compro al supermercato detersivi con il marchio Ecolabel

 

detersivi ecologici

 

La certificazione Ecolabel è un marchio di qualità ecologica concepita e garantita dalla UE. Si riconosce dal simbolo del “fiorellino europeo” riportato direttamente in etichetta. 

Secondo me è un ottimo compromesso di performance-prezzo-impatto ambientale tra i prodotti ecologici di nicchia e quelli commerciali famosi, più economici ma inquinanti.  

 

Un prodotto o un servizio ottiene il marchio Ecolabel solo se:

  1. è efficace (es. i detersivi della lavatrice devono lavare i capi!);
  2. non contiene sostanze pericolose per la salute;
  3. abbia un impatto ambientale minimo anche usando sostanze (o parti di molecola) di origine petrolifera.

Infatti calcola esattamente l’inquinamento che il prodotto ha durante l’intero ciclo di vita, dalle materie prime all’arrivo nelle acque reflue (compresa anche la confezione o il flacone, il consumo di energia, il contenuto di materiale riciclato).

 

L’azienda che vuole certificare i suoi prodotti verrà esaminata, verificata, controllata e certificata da Ecolabel, che procederà a rilasciare l’etichetta. Questa è una garanzia per il consumatore, ma è anche indice della serietà dell’azienda produttrice. Una volta aderito a Ecolabel, l’azienda è tenuta al rispetto dei parametri tecnici fissati dalla UE.
Tra i prodotti certificati Ecolabel, oltre ai detersivi per bucato, per lavastoviglie e per piatti, ci sono anche prodotti per l’igiene personale, prodotti tessili, carta, calzature e servizi di ricettività turistica. 
Quindi, fai come me! Inizia la ricerca del “fiorellino europeo”. 

 

Tu? La pensi come me? Io penso che se ognuno di noi nel suo piccolo fa la sua parte, il nostro Pianeta ne beneficerà nel futuro.

 

Se come me, sei attenta all’ambiente ma non sai da dove iniziare per rendere le tue abitudini più sostenibili, io ho il SERVIZIO giusto per te.

CONSIGLI PER UNA VITA PIÙ SOSTENIBILE è una consulenza da remoto, dove ti accompagnerò nel cambiamento da una quotidianità meno ecologica senza stravolgere il tuo stile di vita. Con piccoli consigli mirati, ti aiuterò a migliorare le tue abitudini, per dare il tuo contributo attivo per la salvaguardia del nostro Pianeta.

 

A tema pulizie ti potrebbero interessare questi articoli:

 

Pulizie di primavera: come organizzarsi.

Pulizie di Primavera: come farsi aiutare dai bambini.

Perché nasce Arianna ORDINE NATURALE.